Il fico d’India è una pianta che ricopre il territorio siciliano. La sua terra d’origine è l’altopiano del Messico; gli Aztechi lo chiamavano “Nopalli” e lo consideravano, per le sue origini leggendarie, come il loro simbolo. Ancora oggi il fico d’India appare sullo stemma della bandiera nazionale della Repubblica Messicana.
Il frutto arriva in Europa con gli spagnoli verso la metà del 1500, proprio a seguito della conquista del nuovo mondo. Viene coltivata per lo più nelle miti regioni mediterranee, dove trova condizioni ambientali ottimali.
Per la produzione dei bijoux, la pala della pianta viene fatta essiccare, poi trattata con vernici acriliche e infine tagliata e mondata.I materiali sono atossici e i metalli utilizzati privi di nickel.
Il concetto è anche quello del riciclo, la pianta ormai secca viene utilizzata come ornamento.

Ecco cosa scrivono su di noi: